Perciò ancora una volta chiedo: come si avrà la pace? Chi è in grado di rivolgere un appello alla pace, in modo che il mondo l'ascolti, sia costretto ad ascoltarlo? In modo che tutti
i popoli debbano esserne lieti?
... Solo il grande e unitario congresso ecumenico della Santa Chiesa di Cristo da tutto il mondo può dirlo ... " (D. Bonhoeffer - 1934)

Il Decennio per superare la violenza

 

Nel 1998  durante l’Ottava Assemblea generale CEC ad Harare si prende coscienza della necessità di ulteriore passo nel solco del “processo conciliare” su Giustiuzia – Pace – Salvaguardia del creato. Nel documento finale si legge:

 

“Occorre unificare l’azione… sul razzismo, sui diritti umani e sulla soluzione pacifica dei conflitti in modo da impegnare le chiese in iniziative di riconciliazione basate sul pentimento, sulla verità, sulla giustizia, sulla riparazione e sul perdono. Il Consiglio dovrebbe collaborare sistematicamente con le chiese su questi temi al fine di creare una cultura della nonviolenza, collegandosi e interagendo con altri partner e altre organizzazioni internazionali e valutando e sviluppando approcci adatti alla soluzione pacifica dei conflitti e a un giusto ristabilimento della pace nel nuovo contesto della globalizzazione. Perciò il CEC proclama il decennio 2000-2010 ‘Decennio ecumenico per il superamento della violenza’ (Decade for Overcoming Violence – DOV)”


Il DOV vuole essere un movimento mondiale che cerca di sostenere e rafforzare le esperienze e i network operativi nel prevenire e superare le dinamiche di violenza, cosìi come si propone di ispirarne la creazione di nuovi. In particolare il DOV cercherà di collaborare strettamente con gli obbiettivi, i programmi e le iniziative sviluppati nell’ambito del “Decennio per una Cultura della Pace e della Nonviolenza per i bambini del mondo – 2001/2010” indetto dalle Nazioni Unite.

 

Il DOV è:

- un invito ad approfondire le problematiche della violenza e della nonviolenza

- un itinierario spirituale per singoli, Chiese e movimenti

- un processo di studio e di riflessione

- un’opportunità per sviluppare progetti creativi nel prevenire e superare la violenza

 

Il DOV  chiama le Chiese a:

- lavorare insieme per la pace, la giustizia e la salvguardia del creato a tutti i livelli – locale, regionale, globale – e ad accogliere e fare nostri tutti gli approcci alla costruzione della pace che sono in sintonia con lo spsito del vangelo

- interagire e collaborare con le comunità locali, gli attori della società civile, le persone di altre fedi, così da prevenire la violenza e promuovere una cultura della pace

- camminare insieme alle persone che sono sistematicamente opprosse dalla violenza

- pentirci per le nostre complicità nelle dinamniche di violenza e sviluppare una rilfessione teologica per superare lo spirito, le logiche e la pratica della violenza.

 

Nell’introduzione al culto inaugurale del 4 febbraio, svoltosi nella Kaiser-Wilhelm-Gedächtnis-Kirche di Berlino viene detto:

 

"Il Decennio per sconfiggere la violenza si rivolge a tutti e chiama ciascuno: a non tollerare più la violenza distruttrice; a trovare il coraggio di chiedersi in quale misura le nostre parole e i nostri atti favoriscono la violenza; a manifestare segni che indichino come si può vivere insieme in modo nonviolento nelle chiese, nei movimenti e nei gruppi; a sperimentare metodi che permettano di risolvere i conflitti in modo nonviolento; a impegnarsi attivamente al servizio della pace, del dialogo interculturale e dell'intesa tra i popoli".

 
Banner
Banner
Banner
Banner
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston
  • Insieme verso Kingston

Chi è online

 14 visitatori online